Pesce alla veracruzana

Pesce alla veracruzana

Tempo di preparazione:

Sopra i 60 Minuti

Informazioni nutrizionali:

628kcal / per porzione

Portata:

Secondo

i

Area geografica:

America Latina

Impatto ambientale:

Very low (1.17kg CO2 eq) i

Ricetta in partnership con

È il piatto più rappresentativo di Veracruz e tradizionalmente viene cucinato con dentici rossi del peso non superiore a 500 grammi per assicurarsi che la carne sia tenera. Solitamente il pesce viene cotto nella salsa, arricchendo il gusto del pomodoro e attenuandone l’intenso colore rosso.

Ingredienti per 4 porzioni

  • Tranci di pesce 600 g
  • Sale q.b.
  • Pomodori 2 kg
  • Olio di oliva 85 g
  • Patatine novelle 200 g
  • Cipolla 100 g
  • Aglio 20 g
  • Foglie di alloro 5 g
  • Origano 5 g
  • Prezzemolo 20 g
  • Olive 60 g
  • Capperi 20 g
  • Peroncino piccante 4 pezzetti
  • Riso integrale 185 g
  • Acqua 0,5 l
  • Olio 50 g
  • Cipolla 40 g

Preparazione

1.

Inizia salando i tranci di pesce e lasciandoli riposare per 90 minuti.

2.

Sbollenta i pomodori in una pentola di acqua bollente e rimuovi la pelle e i semi.

3.

Trita la polpa e scolala per eliminare tutta l’acqua.

4.

Versa un po’ di olio di oliva in una padella, friggi le patatine novelle e toglile. Aggiungi l’aglio tritato fine, la polpa di pomodoro e il sale.

5.

Unisci le foglie di alloro, l’origano e il prezzemolo tritato fine e fai cuocere i pomodori.

6.

Aggiungi le olive, i capperi, il peperoncino piccante, le patatine novelle e i tranci di pesce. Prosegui la cottura per 7 minuti.

7.

Trita finemente la cipolla e l’aglio.

8.

Scalda un goccio d’olio in una casseruola e aggiungi la cipolla e l’aglio.

9.

Falli soffriggere e unisci il riso integrale.

10.

Aggiungi il sale e l’acqua.

11.

Copri la casseruola e cuoci per 20 minuti.

12.

Servi il pesce accompagnato dal riso.

Impatto ambientale

Special recipe

Dettagli

Per porzione:

1.17kg CO2 equivalente i

Impronta di carbonio



Per non pesare troppo sull'ambiente, ti consigliamo di rimanere entro 1 kg CO2 equivalente ad ogni pasto, considerando tutte le portate consumate. Ricorda che è più probabile che i primi piatti abbiano un impatto ambientale minore rispetto ai secondi e che i contorni di verdura pesano in genere molto poco sull'ambiente.

Anche se alcune delle nostre proposte eccedono il valore consigliato di 1 kg CO2 equivalente per pasto, non significa che non vadano mai preparate, perché il bilancio complessivo è quello che conta: un'alimentazione sana e amica dell'ambiente, applicata regolarmente e nel lungo periodo compensa anche i piatti più impattanti, se consumati saltuariamente.